Precinema: Stereoscopia, Stereoscopi del XX secolo, Stereoscopio, Charles-╔mile Reynaud, Teatro ottico, Lanterna magica, Prassinoscopio (Italian Edition)

Valutazione media 0
( su 0 valutazioni fornite da Goodreads )
 
9781232115595: Precinema: Stereoscopia, Stereoscopi del XX secolo, Stereoscopio, Charles-╔mile Reynaud, Teatro ottico, Lanterna magica, Prassinoscopio (Italian Edition)

Fonte: Wikipedia. Pagine: 38. Capitoli: Stereoscopia, Stereoscopi del XX secolo, Stereoscopio, Charles-Émile Reynaud, Teatro ottico, Lanterna magica, Prassinoscopio, Foto-scenografo, Kinetoscopio, Kaiserpanorama, Fotopittura animata, Museo del precinema, Zootropio, Pauvre Pierrot, Pantomima luminosa, Un bon bock, Stereoscopio a specchi, Stereo-cinema, Mondo nuovo, Le clown et ses chiens, Ciclorama, Stereofantascopio, Un rêve au coin du feu, Autour d'une cabine, Guillaume Tell, Les clowns Price, Le premier cigare, Black Maria, Dickson Experimental Sound Film, Taumatropio, Camera oscura leonardiana, Fenachistoscopio. Estratto: La stereoscopia è una tecnica di realizzazione e visione di immagini, disegni, fotografie e filmati, finalizzata a trasmettere una illusione di tridimensionalità, analoga a quella generata dalla visione binoculare del sistema visivo umano. Inventata nel 1832 da sir Charles Wheatstone utilizzando coppie di disegni similari e successivamente la nascente fotografia, la stereoscopia ha trovato poi applicazione anche nel cinema e - con tecniche diverse dall'originale stereoscopio ottocentesco - anche in altri campi, tra cui la fotogrammetria, la televisione e l'informatica. Più recentemente sono state sviluppate sofisticate tecniche digitali per la visione di immagini tridimensionali. Lo stereoscopio a specchi di Charles WheatstoneLa visione binoculare e la percezione tridimensionale della realtà che circonda l'uomo, sono oggetto di interesse di diversi studiosi e artisti durante l'intero arco della storia dell'umanità. Tra i tanti a interessarsi a questo fenomeno ci sono Euclide e Leonardo Da Vinci. Tra '500 e '600 Giovanni Battista della Porta e Jacopo Chimenti da Empoli pare abbiano realizzato i primi esperimenti di disegni "stereografici", mentre si deve al gesuita François D'Aiguillon la coniazione del termine "stereoscopique" nel 1613 per il suo lavoro Opticorum libri sex philosophis juxta ac mathematicis utiles. Tuttavia è solo con il 1800...

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro Ŕ ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata