Vescovi del IV secolo: Sant'Ambrogio, San Nicola di Bari, Eusebio di Cesarea, Filastrio, Acacio di Cesarea, Ulfila, Paolo I, Eunomio (Italian Edition)

Valutazione media 0
( su 0 valutazioni fornite da Goodreads )
 
9781232317852: Vescovi del IV secolo: Sant'Ambrogio, San Nicola di Bari, Eusebio di Cesarea, Filastrio, Acacio di Cesarea, Ulfila, Paolo I, Eunomio (Italian Edition)

Fonte: Wikipedia. Pagine: 26. Capitoli: Sant'Ambrogio, San Nicola di Bari, Eusebio di Cesarea, Filastrio, Acacio di Cesarea, Ulfila, Paolo I, Eunomio, Gelasio di Cesarea, Eustazio di Sebaste, Aezio di Celesiria, Eudossio, Basilio di Ancira, Giorgio di Cappadocia, Teofilo indiano, Eusebio di Nicomedia, Lucio di Alessandria, Pietro di Sebaste, Servazio di Tongres, Marcello di Ancira, Valeriano di Aquileia, Procolo di Marsiglia, Gregorio di Cappadocia, Ruricio di Limoges, Agapio di Cesarea, Evenzio, Mauro di Parenzo, Giusto di Lione, Teodoro di Eraclea, Basileo di Amasea, Euzoio di Antiochia, Sant'Agapio di Cesarea. Estratto: Aurelio Ambrogio, meglio conosciuto come sant'Ambrogio (Treviri, incerto 339-340 - Milano, 397), vescovo, scrittore e uomo politico, fu una delle personalità più importanti nella Chiesa del IV secolo. È venerato come santo da tutte le Chiese cristiane che prevedono il culto dei santi; in particolare, la Chiesa cattolica lo annovera tra i quattro massimi Dottori della Chiesa, insieme a san Girolamo, sant'Agostino e san Gregorio I papa. Conosciuto anche come Ambrogio di Milano, assieme a san Carlo Borromeo e san Galdino è patrono della città, della quale fu vescovo dal 374 fino alla sua morte e nella quale è presente la basilica a lui dedicata che ne conserva le spoglie. Ambrogio con la sorella Marcellina, in un rilievo baroccoAurelio Ambrogio nacque nel 339-340, da una importante famiglia senatoria romana (la famiglia degli Aurelii, da parte materna, la famiglia dei Simmaci, da parte paterna), a Treviri (Gallia), dove il padre esercitava la carica di prefetto del pretorio delle Gallie. La famiglia di Ambrogio era cristiana da alcune generazioni (egli stesso cita con orgoglio la sua parente Santa Sotere, martire cristiana che «ai consolati e alle prefetture dei parenti preferì la fede») ed egli era terzogenito dopo due fratelli, Marcellina (consacratasi a Dio nelle mani di papa Liberio nel 353) e Satiro, anch'essi venerati poi come santi. Destin...

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro è ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata