Composti organometallici: Metallocarbonili, Cobalamina, Controversie sul Thimerosal, Metallocarbonile, Pentacarbonilferro, Ferrocene

Valutazione media 0
( su 0 valutazioni fornite da Goodreads )
 
9781232596028: Composti organometallici: Metallocarbonili, Cobalamina, Controversie sul Thimerosal, Metallocarbonile, Pentacarbonilferro, Ferrocene
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 
Reseña del editor:

Fonte: Wikipedia. Pagine: 23. Capitoli: Metallocarbonili, Cobalamina, Controversie sul Thimerosal, Metallocarbonile, Pentacarbonilferro, Ferrocene, Tetracarbonilbis(ciclopentadienil)diferro, Complesso di Vaska, Dibenzenecromo, Nichelocene, Sale di Zeise, Catalizzatore di Wilkinson, Catalizzatore di Grubbs, Tetracarbonilnichel, Ciclopentadienuro di sodio, Cobaltocene, Esacarbonilcromo, N-butillitio, Triferro dodecacarbonile, Molibdeno esacarbonile, Metallocene, Merbromina, Benzenetricarbonilcromo, Cromocene, Dimetilmercurio, Metillitio, Piombo tetraetile, Fulminato di mercurio, Reattivi di Grignard, Cacodile, Zincodietile, Catalizzatori di Ziegler-Natta. Estratto: La cobalamina (o vitamina B12) venne isolata e caratterizzata a seguito di una serie di ricerche in merito all'anemia perniciosa. Nel 1926 si scoprì che nel fegato vi è un fattore capace di curare tale patologia ed esso venne isolato e cristallizzato nel 1948. La struttura della vitamina B12 venne chiarita nel 1956. Struttura della cobalamina La vitamina B12 è una sostanza di colore rosso, cristallina, igroscopica, fotosensibile ed altamente solubile in acqua; è formata da un anello corrinico (composto da 4 anelli pirrolici e tre ponti metinici) con al centro un atomo di cobalto coordinato da quattro atomi di azoto. Il cobalto presenta, inoltre, due legami di coordinazione perpendicolari rispetto al piano dell'anello. Il primo di essi si stabilisce con una molecola di 5,6 dimetilbenzimidazolo legata, a sua volta, ad un ribosio 3-fosfato. Il secondo legame si stabilisce con diversi gruppi (R) i quali possono essere: Le forme metabolicamente attive sono la metil- e la 5'-deossiadenosilcobalamina. La cianocobalamina è un artefatto che si forma durante i processi di estrazione in quanto si utilizza la papaina, proteasi che viene attivata dall'aggiunta di CN-. L'idrossicobalamina è la forma naturale con cui la vitamina viene di solito assunta. Nello stomaco, l'ambiente acido e la pepsina staccano la cobalami...

Le informazioni nella sezione "Su questo libro" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro è ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata