Ian McEwan Sabato

ISBN 13: 9788806176891

Sabato

Valutazione media 3,62
( su 52.953 valutazioni fornite da Goodreads )
 
9788806176891: Sabato
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 

Il 15 febbraio 2003, un sabato, Henry Perowne si sveglia nel cuore della notte in preda a un'inspiegabile euforia. Si avvicina alla finestra e osserva per qualche istante lo spettacolo della piazza su cui si affaccia casa sua. Improvvisamente si rende conto che il cielo notturno è attraversato da una scia di fuoco. Aerei in fiamme, terrorismo, fantasmi dell'Undici Settembre: è questo forse l'attacco su Londra che tutti aspettano, specialmente ora che il governo Blair appoggia l'invasione americana dell'Iraq? Henry Perowne è un uomo soddisfatto della propria vita. Neurochirurgo in un ospedale londinese, ama il suo lavoro, ama sua moglie, un avvocato affermato, ha due figli adorabili. Cosa può minacciare una felicità conquistata con tanta tenacia?

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

Recensione:

Dall’aereo in fiamme alla zuppa di pesce

Masolino D’Amico, Tuttolibri - La Stampa

Nel suo recente Espiazione, Ian McEwan raccontava di un tale che dopo essere stato testimone di una specie di disastro aereo, la perdita di controllo da parte di un aerostato, diventava senza colpe oggetto della persecuzione di uno squilibrato con conseguenze sempre più spiacevoli, fino a un finale cruento. Nel romanzo odierno, Sabato, lo schema è ripetuto, anche se stavolta l'azione è contenuta in ventiquattro ore, seguendo la giornata di riposo del protagonista. Questi è un neurochirurgo londinese che poco prima dell'alba si allarma vedendo dalla finestra di casa un aereo in fiamme abbassarsi sul cielo della città. Nel corso della giornata anche a lui, come all'architetto di Espiazione, capita di pestare i calli a un pazzoide e di vederselo piombare in casa armato, nonché di sconfiggerlo in un conflitto brutale.
In entrambi i casi un individuo tranquillo e di successo ha la vita e gli affetti sconvolti da una violenza che gli cade addosso gratuitamente: «perché proprio a me?». Oltre a essere benestante grazie all'eccellenza nel proprio lavoro, Henry Perowne ha una famiglia invidiabile. Monogamo per vocazione, è ancora innamoratissimo della moglie che venticinque anni prima ha incontrato come paziente. Ha un figlio simpatico e molto dotato per la musica, e una figlia adorata con la passione delle lettere, dalla quale prende volentieri consigli su come riempire le lacune della sua formazione tutta tecnologica.
Nella giornata in questione, che seguiremo con una puntigliosità alla Mrs Dalloway, Henry si prepara al ritorno di Daisy dopo sei mesi di studio a Parigi: cucinerà una zuppa di pesce, sua specialità, la riunione domestica venendo completata dal suocero, un vecchio poeta trombone ma di fama nazionale. Immerso nel suo particulare, che peraltro comporta guarire molti sconosciuti, Henry ancorché vagamente inquietato dal velivolo infuocato che ha visto (seguirà i notiziari dei media in proposito, apprendendo trattarsi di un cargo russo i cui piloti, arrestati in un primo momento come sospetti terroristi, sono poi stati scagionati), Henry, dicevo, ignora o meglio cerca di ignorare l'immenso raduno di folla che protesta per l'imminente guerra in Iraq. Per lui diretto a giocare la solita partita di squash del sabato mattina il corteo è solo un impedimento che lo costringe a un percorso anomalo, la conseguenza del quale è però che la sua Mercedes nuova fiammante è investita da una vecchia Bmw con tre teppisti. I danni sono poco rilevanti, ma approfittando delle strade deserte i teppisti si mettono a pestare Henry, salvo interrompersi e fuggire quando Henry ha la lucidità di diagnosticare al capo del gruppetto, tale Baxter, il male incurabile di cui costui soffre. All'occhio clinico del neurochirurgo è bastato infatti notare le contrazioni della palpebra di Baxter e lo scarso controllo della sua muscolatura. Questo è avvenuto nel mezzo secondo intercorso tra l'abbattersi di un pugno e la preparazione di un altro, mediante un processo mentale cui McEwan dedica alcune pagine, il che è caratteristico del metodo impiegato in questo libro. Con pari meticolosità, anche se non so con quale interesse per chiunque, è poi seguita colpo su colpo la partita di squash tra Henry e un suo sottoposto.
Giocatore di squash, evidentemente, anche lui, McEwan non ha qui esperti da ringraziare alla fine del libro, come li ha invece per le sequenze da E.R. su varie operazioni al cervello che campeggiano all'inizio e alla fine del romanzo. Dopo la partita di squash, ecco la non meno puntigliosa preparazione di una orribile zuppa di pesce, preceduta dagli acquisti opportuni. Giunge finalmente la sera, che oltre alla reduce Daisy, al figlio Theo e al suocero trombone porta, al seguito della moglie di Henry, due dei tre teppisti di cui sopra. Brandendo coltelli, questi si predispongono a un'Arancia meccanica nella casetta del chirurgo. Baxter rompe il naso al vecchio poeta beone che lo aveva sbeffeggiato, poi costringe Daisy a spogliarsi - e nell'occasione i genitori scoprono che la ragazza è incinta al quarto mese.
A questo punto, sicuro che la sua bravura nella minuziosa resa di ogni attimo e di ogni particolare abbia sospeso nel lettore ogni incredulità, McEwan comincia a spararle grosse. Invece di violentare l'inerme Daisy, forse intenerito dalla sua imprevista gravidanza, il feroce psicopatico la costringe a leggergli una sua poesia; ma ecco che invece di quelle scritte da lei e appena sottoposte al nonno, l'astuta adolescente gli legge Dover Beach di Matthew Arnold, il che commuove talmente il manigoldo da chiedere al neurochirurgo di illustrargli le ultime scoperte sulla cura del proprio male. Mentre Baxter segue Henry al piano di sopra, il suo complice chissà perché scappa, e padre e figlio coalizzati prevalgono su Baxter buttandolo giù per le scale. Il malvivente si rompe la testa.
La famigliola si lecca le ferite (non tutto il male viene per nuocere, il pericolo superato grazie alla saldezza dimostrata da tutti ha rinsaldato i vincoli, Daisy è stata inguaiata da un bravo ragazzo italiano studente di archeologia, il poeta trombone non si è fatto troppo male), e non vince niente chi indovina a quale neurochirurgo verrà affidata, prima che le ventiquattr'ore si siano concluse, la difficile operazione sul cranio fratturato del maldestro e sfortunato delinquente.

Le informazioni nella sezione "Su questo libro" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

Compra nuovo Guarda l'articolo

Spese di spedizione: EUR 12,00
Da: Italia a: U.S.A.

Destinazione, tempi e costi

Aggiungere al carrello

Altre edizioni note dello stesso titolo

9788806224745: Sabato

Edizione in evidenza

ISBN 10:  8806224743 ISBN 13:  9788806224745
Casa editrice: Einaudi, 2015
Brossura

9788806184865: Sabato

Einaudi, 2006
Brossura

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

1.

McEwan,Ian.
Editore: Einaudi Ed., Torino, (2005)
ISBN 10: 8806176897 ISBN 13: 9788806176891
Nuovo Quantità: 1
Da
FIRENZELIBRI SRL
(Reggello, FI, Italia)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Einaudi Ed., Torino, 2005. leg.ed. sopracop.fig.a col. Condizione: NUOVO. Traduz.di Susanna Basso. Il 15 febbraio 2003, un sabato, Henry Perowne si sveglia nel cuore della notte in preda a un'inspiegabile euforia. Si avvicina alla finestra e osserva per qualche istante lo spettacolo della piazza su cui si affaccia casa sua. Improvvisamente si rende conto che il cielo notturno è attraversato da una scia di fuoco. Aerei in fiamme, terrorismo, fantasmi dell'Undici Settembre: è questo forse l'attacco su Londra che tutti aspettano, specialmente ora che il governo Blair appoggia l'invasione americana dell'Iraq? Henry Perowne è un uomo soddisfatto della propria vita. Neurochirurgo in un cm.14X23, pp.292, Coll.I Supercoralli. Torino, Einaudi Ed. 2005, cm.14X23, pp.292, leg.ed. sopracop.fig.a col. Coll.I Supercoralli. Codice articolo 167590

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 15,00
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 12,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi