Alla festa della rivoluzione. Artisti e libertari con D'Annunzio a Fiume

 
9788815089618: Alla festa della rivoluzione. Artisti e libertari con D'Annunzio a Fiume

Nel riassetto territoriale seguito alla Grande Guerra, la città di Fiume era rivendicata tanto dall'Italia quanto dalla Jugoslavia; nelle more delle trattative, un manipolo eterogeneo di volontari italiani capeggiati da Gabriele D'Annunzio la occupò nel settembre del 1919 e la tenne fino alla fine del 1920. L'impresa fiumana per molti versi è un episodio precorritore del fascismo; ma essa coagulò una quantità di esperienze diverse, di ansie di una ribellione, di velleità rivoluzionarie e sotto questo aspetto fu come un lungo e febbrile carnevale della trasgressione, della provocazione, che si apparenta alle avanguardie del tempo, ma anche a un momento "insurrezionale" come il Sessantotto.

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro è ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata