La Roma degli antiquari. Cultura e erudizione tra Cinquecento e Settecento

 
9788865571163: La Roma degli antiquari. Cultura e erudizione tra Cinquecento e Settecento

Gli "antiquari" costituiscono una classe di eruditi per molto tempo sottovalutata. Tra le numerose discipline in cui dovevano essere esperti vanno annoverate la filologia, la paleografia, la numismatica, la geografia, la mitografia, il diritto e molti altri settori del mondo classico. Attraverso gli scavi, rimasti a lungo in loro mano, hanno contribuito a cambiare la faccia di Roma. A loro spettava anche l'ornamento dei palazzi e l'arricchimento delle collezioni aristocratiche. Questo libro - che copre il periodo tra la nascita della figura dell'antiquario nel Rinascimento e la prima crisi durante l'Illuminismo - fornisce un amplissimo panorama dei campi di attività, degli approcci metodologici e dei rapporti degli antiquari coi mecenati e gli artisti.

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

1.

Hertklotz, Ingo
Editore: De Luca Editori d'Arte, Roma (2012)
ISBN 10: 8865571160 ISBN 13: 9788865571163
Nuovi Quantità: 1
Da
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro De Luca Editori d'Arte, Roma, 2012. Condizione libro: NEW. Roma: De Luca Editori d'Arte, 2012 9788865571163 Studi sulla cultura dell'antico 8 1100 227 p. : ill. b/n, indice, bibliografia ; 29 cm. Gli "antiquari" costituiscono una classe di eruditi per molto tempo sottovalutata. Tra le numerose discipline in cui dovevano essere esperti vanno annoverate la filologia, la paleografia, la numismatica, la geografia, la mitografia, il diritto e molti altri settori del mondo classico. Immeritatamente accusati come retroguardia intellettuale, gli antiquari usavano metodi ancora o di nuovo attuali nel campo dell’archeologia e della storia antica. A loro si deve una vasta produzione letteraria indirizzata a un pubblico internazionale che oscillava tra erudizione e dilettantismo. Attraverso gli scavi, rimasti a lungo in loro mano, hanno contribuito a cambiare la faccia di Roma. A loro spettava anche l’ornamento dei palazzi e l’arricchimento delle collezioni aristocratiche. Questo libro - che copre il periodo tra la nascita della figura dell’antiquario nel Rinascimento e la prima crisi durante l’Illuminismo - fornisce un amplissimo panorama dei campi di attività, degli approcci metodologici e dei rapporti degli antiquari coi mecenati e gli artisti. Codice libro della libreria D0139046564

Maggiori informazioni su questa libreria | Fare una domanda alla libreria

Compra nuovo
EUR 48,00
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 1,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi

2.

Hertklotz, Ingo
Editore: DE LUCA EDITORE D'ARTE, Roma (2012)
ISBN 10: 8865571160 ISBN 13: 9788865571163
Nuovi Couverture souple Prima edizione Quantità: 1
Da
Luigi De Bei
(PREGANZIOL, Italia)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro DE LUCA EDITORE D'ARTE, Roma, 2012. Couverture souple. Condizione libro: Neuf. Condizione sovraccoperta: Neuf. Edition originale. 300 X210 Mm. La Roma degli antiquari : cultura e erudizione tra Cinquecento e Settecento Hertklotz,Inge Editore: De Luca Editori d'Arte, Roma (2012) ISBN 10: 8865571160 ISBN 13: 9788865571163 Nuovi/Brossura Quantità: 1 Prezzo: EUR 75,00 Descrizione libro: De Luca Editori d'Arte, Roma, 2012. Condizione libro: NEW. Roma: De Luca Editori d'Arte, 2012 9788865571163 Studi sulla cultura dell'antico 8 1100 227 p. : ill. b/n, indice, bibliografia ; 29 cm. Gli "antiquari" costituiscono una classe di eruditi per molto tempo sottovalutata. Tra le numerose discipline in cui dovevano essere esperti vanno annoverate la filologia, la paleografia, la numismatica, la geografia, la mitografia, il diritto e molti altri settori del mondo classico. Immeritatamente accusati come retroguardia intellettuale, gli antiquari usavano metodi ancora o di nuovo attuali nel campo dell¿archeologia e della storia antica. A loro si deve una vasta produzione letteraria indirizzata a un pubblico internazionale che oscillava tra erudizione e dilettantismo. Attraverso gli scavi, rimasti a lungo in loro mano, hanno contribuito a cambiare la faccia di Roma. A loro spettava anche l¿ornamento dei palazzi e l¿arricchimento delle collezioni aristocratiche. Questo libro - che copre il periodo tra la nascita della figura dell¿antiquario nel Rinascimento e la prima crisi durante l¿Illuminismo - fornisce un amplissimo panorama dei campi di attività, degli approcci metodologici e dei rapporti degli antiquari coi mecenati e gli artisti. Codice libro della libreria 009316. Codice libro della libreria 009316

Maggiori informazioni su questa libreria | Fare una domanda alla libreria

Compra nuovo
EUR 75,00
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 25,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi