Io venža pien d'angoscia a rimirarti

Valutazione media 4,22
( su 69 valutazioni fornite da GoodReads )
 
9788879071161: Io venža pien d'angoscia a rimirarti

Recanati, 1813. In un austero palazzo nobiliare, il giovane Orazio Carlo tiene un diario nel quale riporta le parole e le azioni del fratello maggiore, Tardegardo Giacomo. Ad attirare l'attenzione del ragazzo è il comportamento misterioso di Tardegardo, che si diletta di poesia e ha tranquille abitudini da erudito, ma è anche roso da una sconvolgente irrequietezza. Si alternano così la rivisitazione della vita e delle opere di un giovane poeta e gli elementi di un romanzo nero, con delitti efferati, strane simbologie e antiche vicende di sangue. Riprendendo i modi della prosa italiana dell'800 il racconto è l'esecuzione musicale di un apocrifo leopardiano, ed è al contempo una variazione sul tema del doppio, "un apologo misurato ed elegante", ha scritto Lorenzo Mondo, "sulla faccia notturna della vita, sulle pulsioni selvagge che ricollegano l'uomo al tempo delle origini".

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro Ť ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata