Alfonso I d'Este. Le immagini e il potere: da Ercole de' Roberti a Michelangelo

 
9788889854334: Alfonso I d'Este. Le immagini e il potere: da Ercole de' Roberti a Michelangelo
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 

Alfonso I d'Este (1476-1534) è un caso esemplare del rapporto strettissimo esistente, nell'Italia rinascimentale, tra mecenatismo artistico e attività politica: il terzo duca di Ferrara non fu solo uno degli indiscussi protagonisti della storia europea, ma anche uno dei più illuminati e originali mecenati delle arti del suo tempo, capace di porre Ferrara al centro della vita culturale italiana, potendo contare su una serie di "artisti di corte" di indiscusso prestigio (Ercole de' Roberti, Antonio Lombardo, Dosso Dossi) e rivolgendosi all'esterno ai massimi protagonisti della maniera moderna (da Raffaello a Fra Bartolomeo, da Michelangelo a Tiziano). Si delinea il profilo di un committente d'eccezione, in grado di unire una profonda passione per le arti alla capacità di piegare pittori, scultori e miniatori ai propri fini politici: così lo studio dei marmi di Antonio Lombardo viene letto come una risposta alla congiura ordita da don Giulio d'Este, le miniature del Libro d'ore di Alfonso I come una testimonianza della vera e propria guerra per immagini ingaggiata con papa Giulio II, mentre il Cristo della moneta di Tiziano diventa un'arma ideologica nel duello che ha contrapposto il duca estense a Leone X.

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

Product Description:

L'autore, professore di Storia dell'arte moderna all'università di Pisa, delinea, in quest'opera ponderosa ma di appassionante lettura, il profilo di un Committente del Rinascimento eccezionale, in grado di unire una profonda passione per le arti alla capacità di impiegare pittori, scultori e miniatori per i propri fini politici. Si parla di Alfonso I D'Este (1476-1534), uno più illuminati e originali mecenati del suo tempo, capace di elevare Ferrara al centro della vita culturale italiana. L'impresa di Alfonso è sviscerata con una affascinante analisi iconografica dei dipinti di Bellini, Dosso e Tiziano, che nel camerino delle pitture è incentrata sulle figure di Bacco, Venere ed Enea. Si dà conto di ogni importante commissione Ducale, dai marmi di Antonio Lombardo, al libro d'ore (testimonianza della vera e propria guerra per immagini ingaggiata con Papa Giulio II); dal Cristo della moneta di Tiziano e dal Giove Mercurio e la virtù di Dosso per la delizia del Belvedere sino alle opere richieste a Michelangelo come la Leda.

Le informazioni nella sezione "Su questo libro" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

1.

Farinella,Vincenzo
Editore: Officina libraria, Milano (2015)
ISBN 10: 8889854332 ISBN 13: 9788889854334
Nuovo Quantità: 1
Da
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Officina libraria, Milano, 2015. Condizione: NEW. Milano: Officina libraria, 2015 9788889854334 La Grande Officina 2 2105 xi, 1042 p. : ill. col., indice, bibliografia ; 25 cm. Alfonso I d'Este (1476-1534) costituisce un caso esemplare, nell'Italia rinascimentale, del rapporto strettissimo esistente tra mecenatismo artistico e attività politica: il terzo duca di Ferrara fu infatti non solo uno degli indiscussi protagonisti della storia europea nel primo terzo del Cinquecento (come dimostra l'Appendice biografica della Menegatti, basata su nuovi spogli documentari), ma anche uno dei più illuminati mecenati delle arti del suo tempo, capace di porre la corte di Ferrara al centro della vita culturale italiana, potendo contare su una serie di "artisti di corte" di indiscusso prestigio (come Ercole de' Roberti, Antonio Lombardo, Dosso Dossi) e rivolgendosi, all'esterno, ai massimi geni in circolazione (da Raffaello a Michelangelo, da Fra' Bartolomeo a Tiziano). Eventi storici e commissioni figurative, negli anni di Alfonso I, si illuminano a vicenda, delineando il profilo di un committente d'eccezione, in grado unire una viscerale passione per le arti alla capacità di piegare gli artisti ai propri fini politici. Dopo una sintesi delle maggiori imprese figurative estensi che precedono il ducato di Alfonso I, dallo Studiolo di Belfiore al Salone dei Mesi di Schifanoia, Farinella esamina la formazione figurativa del nuovo duca e le sue principali commissioni, sempre legate a avvenimenti politici e istanze propagandistiche. Così lo "studio dei marmi" di Antonio Lombardo viene letto come una risposta alla congiura ordita ai danni di Alfonso I da don Giulio d'. Codice articolo D0196050302

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 65,00
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 1,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi

2.

Vincenzo Farinella; Marialucia Menegatti
Editore: Officina Libraria (2015)
ISBN 10: 8889854332 ISBN 13: 9788889854334
Nuovo Rilegato Quantità: 1
Da
Webster.it
(Limena, PD, Italia)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Officina Libraria, 2015. Condizione: NEW. Codice articolo 9788889854334

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 62,40
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 9,99
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi

3.

Farinella, Vincenzo
Editore: Officina Libraria (2015)
ISBN 10: 8889854332 ISBN 13: 9788889854334
Nuovo Rilegato Quantità: 1
Da
Libro Co. Italia Srl
(San Casciano Val di Pesa, FI, Italia)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Officina Libraria, 2015. Condizione: new. Milano, 2015; cartonato, pp. XI-1042, 64 tavv. col., 360 ill. b/n e col., cm 21x26,5. (La Grande Officina. 2). Alfonso I d'Este (1476-1534) costituisce un caso esemplare, nell'Italia rinascimentale, del rapporto strettissimo esistente tra mecenatismo artistico e attività politica: il terzo duca di Ferrara fu infatti non solo uno degli indiscussi protagonisti della storia europea nel primo terzo del Cinquecento (come dimostra l'Appendice biografica della Menegatti, basata su nuovi spogli documentari), ma anche uno dei più illuminati mecenati delle arti del suo tempo, capace di porre la corte di Ferrara al centro della vita culturale italiana, potendo contare su una serie di "artisti di corte" di indiscusso prestigio (come Ercole de' Roberti, Antonio Lombardo, Dosso Dossi) e rivolgendosi, all'esterno, ai massimi geni in circolazione (da Raffaello a Michelangelo, da Fra' Bartolomeo a Tiziano). Eventi storici e commissioni figurative, negli anni di Alfonso I, si illuminano a vicenda, delineando il profilo di un committente d'eccezione, in grado unire una viscerale passione per le arti alla capacità di piegare gli artisti ai propri fini politici. Dopo una sintesi delle maggiori imprese figurative estensi che precedono il ducato di Alfonso I, dallo Studiolo di Belfiore al Salone dei Mesi di Schifanoia, Farinella esamina la formazione figurativa del nuovo duca e le sue principali commissioni, sempre legate a avvenimenti politici e istanze propagandistiche. Così lo "studio dei marmi" di Antonio Lombardo viene letto come una risposta alla congiura ordita ai danni di Alfonso I da don Giulio d'Este, mentre il Cristo della moneta di Tiziano e la monetazione del periodo divengono parte del duello delle immagini con papa Giulio II. Del "camerino delle pitture", l'opera di mecenatismo di maggior prestigio del duca, si dà un'approfondita lettura, analizzando la complessa iconografia dei dipinti di Bellini, Tiziano e Dosso incentrata sulle figure di Bacco, Venere ed Enea. Infine, si dà conto di altre importanti commissioni di Alfonso I, dal Giove, Mercurio e la Virtù di Dosso Dossi, per la delizia di Belfiore, alle opere richieste a Michelangelo (la Leda, di cui esiste il cartone). Codice articolo 2057622

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 55,25
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 21,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi

4.

Vincenzo Farinella
Editore: Officina Libraria, Italy (2014)
ISBN 10: 8889854332 ISBN 13: 9788889854334
Nuovo Rilegato Quantità: 1
Da
The Book Depository EURO
(London, Regno Unito)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Officina Libraria, Italy, 2014. Hardback. Condizione: New. Language: Italian . Brand New Book. Codice articolo LIO9788889854334

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 104,32
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 3,40
Da: Regno Unito a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi

5.

Vincenzo. Farinella
Editore: Officina Libraria (2015)
ISBN 10: 8889854332 ISBN 13: 9788889854334
Nuovo Rilegato Quantità: 1
Da
Irish Booksellers
(Portland, ME, U.S.A.)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro Officina Libraria, 2015. Condizione: New. book. Codice articolo M8889854332

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 178,03
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: GRATIS
In U.S.A.
Destinazione, tempi e costi