Dizionario ovvero Trattato universale delle droghe semplici in cui si trovano i loro differenti nomi, la loro origine, la loro scelta, i principj che hanno, le loro qualità,, la loro etimologia e tutto ciò che v'ha di particolare negli animali, ne' vegetabili e ne' minerali.

LEMERY Niccolò.

Editore: appr. G.Bertella e A.Perlini, 1766
Usato / Quantità: 0
Copie del libro da altre librerie
Mostra tutte le  copie di questo libro

Libro

Purtroppo questa copia non è più disponibile. Di seguito una lista di risultati simili per Dizionario ovvero Trattato universale delle droghe semplici in cui si trovano i loro differenti nomi, la loro origine, la loro scelta, i principj che hanno, le loro qualità,, la loro etimologia e tutto ciò che v'ha di particolare negli animali, ne' vegetabili e ne' minerali. e LEMERY Niccolò..

Descrizione:

Opera dipendente dalla Farmacopea universale scritta in francese dal sig. N.L. dell' Accad. Reale delle Scienze, dott. in medicina, e tradotta in italiano. Ed. 4° accresciuta. 4°(cm.37), pp.388 + 25 tavv.f.t. con 400 belle xilogr. di piante e animali, mancano 6 cc.nn. iniziali con la prefazione. P. perg. coeva, con restauri. Modesto esempl., sversato. Al front. increspature e 2 mancanze al marg.bianco laterale esterno. Strappetti senza mancanze alle ultime cc. Fioriture e aloni. Tarlature al marg. sup.bianco che in rariss. casi interessano qualche lettera delle righe iniziali. Il Lemery (1645-1715) è ritenuto il riformatore della chimica farmaceutica e quest'opera è un dizionario alfabetico delle droghe semplici, che per comodità di consultazione venivano anche elencate, al termine, in un duplice indice: "Tavola dei nomi latini" e "Tavola delle infermità alle quali le droghe semplici che si trovano descritte. conferiscono giovamento" (Aborto, Apoplessia, Ardori di corpo Ardori di Venere. fino a Ugola, Viscere inferme, Vista debole, Ulcere, Umori, Volatiche, Vomito): per gli "Ardori di Venere" si consigliava l'uso della Cannabis (p.65 con distinzione tra cannabis major e cannabis sterilis, erratica, paludosa,sylvestris); per i dolori e la pulizia dei denti, tra numerosi rimedi, si proponeva la Dentellaria (p.115), che aveva anche la qualità di "guarire le scorticature che si fanno presso il sedere cavalcando."(p.115); le Musca (mosche) "sono proprie per ammollire,per risolvere, per far crescere i capelli, pestate ed applicate. Se ne trae colla distillazione una acqua propria per le malattie degli occhi" (p.215) e le Ostre (ostriche) concilia-vano il sonno e "la sua scaglia, o guscio calcinato e polverizzato è aperitivo, detersivo, diseccante, proprio per fortificare lo stomaco, per nettare i denti, per provocare l'orina, per l'emorroidi, per l'ulcere" (p.234). [Blake p.264 questa ediz. con identica collazione e anche questo senza le 6 cc.nn. iniziali. Olschki 8960 l'ed. Venezia, Hertz, 1721. Caillet II 470 cita l'ed. in francese, Paris, 1723. Bru-net, Table method., 7648 cita l'ediz. Paris, 1759, in francese]. Numero di catalogo: 203- 37. Codice inventario libreria

Dati bibliografici

Titolo: Dizionario ovvero Trattato universale delle ...
Casa editrice: appr. G.Bertella e A.Perlini
Data di pubblicazione: 1766

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

1.

LEMERY Niccolò
Editore: appr. G.Bertella e A.Perlini, In Venezia (1766)
Usato Quantità: 1
Da
Libreria Magnanet
(Montepulciano, Italia)
Valutazione libreria
[?]

Descrizione libro appr. G.Bertella e A.Perlini, In Venezia, 1766. Opera dipendente dalla Farmacopea universale scritta in francese dal sig. N.L. dell' Accad. Reale delle Scienze, dott. in medicina, e tradotta in italiano. Ed. 4° accresciuta.4°(cm.37), pp.388 + 25 tavv.f.t. con 400 belle xilogr. di piante e animali, mancano 6 cc.nn. iniziali con la prefazione. P. perg. coeva, con restauri. Modesto esempl., sversato. Al front. increspature e 2 mancanze al marg.bianco laterale esterno. Strappetti senza mancanze alle ultime cc. Fioriture e aloni. Tarlature al marg. sup.bianco che in rariss. casi interessano qualche lettera delle righe iniziali. Il Lemery (1645-1715) è ritenuto il riformatore della chimica farmaceutica; quest'opera è un dizionario alfabetico delle droghe semplici, che per comodità di consultazione venivano anche elencate, al termine, in un duplice indice: "Tavola dei nomi latini" e "Tavola delle infermità alle quali le droghe semplici che si trovano descritte. conferiscono giovamento" (Aborto, Apoplessia, Ardori di corpo Ardori di Venere. fino a Ugola, Viscere infer-me, Vista debole, Ulcere, Umori, Volatiche, Vomito): per gli "Ardori di Venere" si consigliava l'uso della Cannabis (p.65 con distinzione tra cannabis major e cannabis sterilis, erratica, paludosa, sylvestris); per i dolori e la pulizia dei denti tra numerosi rimedi, si proponeva la Dentellaria (p.115) che aveva anche la qualità di "guarire le scorticature che si fanno presso il sedere cavalcando."(p.115); le Musca (mosche) "sono proprie per ammollire,per risolvere, per far crescere i capelli, pestate ed applicate. Se ne trae colla distillazione una acqua propria per le malattie degli occhi" (p.215) e le Ostre (ostriche) conciliavano il sonno ela sua scaglia o guscio calcinato e polverizzato è aperitivo, detersivo, diseccante, proprio per fortificare lo stomaco, per nettare i denti, per provocare l'orina, per emorroidi, per ulcere"(p.234). [Blake p.264 questa ediz. con identica collazione e anche questo senza le 6 cc.nn. iniziali. Olschki 8960 l'ed. Venezia,Hertz, 1721. Caillet II 470 cita l'ed. in francese, Paris, 1723. Brunet, Table method. 7648 cita l'ediz. Paris 1759 francese]. Numero di catalogo: 251 - 51. Codice libro della libreria 54034

Maggiori informazioni su questa libreria | Fare una domanda alla libreria

Compra usato
EUR 750,00
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 20,01
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi