AbeBooks Home

A proposito di libri


Il blog di AbeBooks

Ricerca avanzata Catalogo Libri antichi e rari Librerie
Ricerca Avanzata

Come nasce la tradizione del pesce d’aprile?


Tante volte ci siamo chiesti dove nasce e perché la tradizione del pesce d’aprile per cui il 1° di aprile si fanno scherzi e burle varie. Siamo andati a cerare tra i cataloghi delle nostre librerie ed è saltato fuori un libro tanato curioso quanto raro che può aiutare a ricostruire la storia del pesce d’aprile.

pesceIl testo in questione è Il pesce d’aprile. Appunti dello scrittore palermitano Giuseppe Pitrè, famoso per i suoi studi sul folklore e la tradizione popolare siciliana. Questa edizione (la prima edizione è del 1886 e ormai introvabile) è un esemplare molto raro e prezioso: difatti fu stampato nel 1891 dalla tipografia del Giornale di Sicilia a Palermo in sole 50 copie e contiene anche una dedicata autografa firmata dall’autore.
Con questo documento Pitrè cerca di mettere ordine nelle varie teorie sulle orgini del pesce d’aprile. Nonostante la grande confusione sul tema, sembra certa la provenienza francese, che poi attraverso la Liguria si diffuse in tutta Italia.

Una delle teorie più famose ci riporta alla leggenda del XVII secolo quando il Papa andò a pranzo dal patriarca Bernardo il 1° di aprile e, essendo periodo di Quaresima, gli venne servito un piatto magro di anguille e trote. Sfortunatamente una lisca si conficcò nella gola del Papa che soffrì tutta la notte e al risveglio ritrovò la spina per miracolo in un barile vicino al letto e non più in gola. Per ricordare tale avvenimento, si ordinò di di non mangiare pesce il 1° di aprile nel patriarcato di Aquileia. Da qui sembra che nacque la tradizione del pesce d’aprile, per cui si confezionavano cibi di grasso a forma di pesce.

Pitré racconta anche della Sicilia dell’epoca dove c’era l’usanza dell’Allelluja, simile al pesce d’aprile: il sabato santo si mandava qualche credulone a prendere la chiave dell’Allelluja, ovviamente inesistente.

 

Fonte: Charta

Twitter Facebook Email
avatar

Nessun commento finora: vuoi essere tu il primo?

Lascia un commento