AbeBooks Home

A proposito di libri


Il blog di AbeBooks

Ricerca avanzata Catalogo Libri antichi e rari Librerie
Ricerca Avanzata

Roma Map Fair: tutto quello che c’è da sapere sulla mostra mercato


Tutto pronto per la prima edizione di Roma Map Fair, la mostra mercato specializzata, dedicata alla cartografia, agli atlanti, ai libri di viaggio ed alla vedutistica nella stampa antica.
L’importante evento, che vedrà la partecipazione di espositori da tutta Italia, ma anche prestigiosi espositori dagli Stati Uniti, dall’Inghilterra, dalla Francia,dalla Germania e da Cipro, si svolgerà  presso Minerva Auctions, negli antichi spazi di Palazzo Odescalchi, in piazza Santi Apostoli a Roma, nei giorni 29-30 settembre e 1 ottobre 2017.

L’ingresso sarà libero, per consentire, visto l’interesse e l’unicità dell’appuntamento, una grande partecipazione di pubblico. L’organizzazione si deve allo Studio Bibliografico Morghenoperativo a livello internazionale con le sue sedi tra Roma e Salerno- guidato da Gabriele Barbone che spiega le ragioni che hanno portato ad organizzare la fiera: “La mostra nasce per rispondere al crescente interesse di appassionati, studiosi, collezionisti ed operatori del settore. Dopo la positiva esperienza di Napoli Map Fair, che ha visto migliaia di visitatori in pochi giorni, contiamo a ripetere l’esperienza nella Capitale, offrendo la possibilità di entrare in contatto con importanti espositori mondiali. Avremo con noi anche una delle maggiori librerie di settore degli Stati Uniti e altre sorprese…”

Quanto mai prestigiosa la location, all’interno del Palazzo Odescalchi, un grande edificio realizzato nel Quattrocento e celebre per ospitare al suo interno il dipinto la “Conversione di San Paolo” di Caravaggio. Su un ala dell’antica dimora che fu dei Colonna e dei Chigi, sorge l’importante casa d’aste Minerva Auctions. Per “Roma Map Fair”, a giudicare già dalle richieste – sia in riferimento agli espositori che per quanto riguarda il grande pubblico dei collezionisti – si prevede un grande afflusso. “Ci sono tutte le premesse – prosegue l’organizzatore – per andare in questa direzione e puntare a far diventare l’appuntamento un evento fisso, annuale”.

Twitter Facebook Email
avatar

Nessun commento finora: vuoi essere tu il primo?

Lascia un commento