AbeBooks Home

A proposito di libri


Il blog di AbeBooks

Ricerca avanzata Catalogo Libri antichi e rari Librerie
Ricerca Avanzata
Tag Archives: letteratura per ragazzi

Harry Potter è ancora rilevante?

L’ottavo libro di Harry Potter arriva a 20 anni di distanza da quando JK Rowling pubblicò il primo libro della saga Harry Potter e la pietra filosofale. Il nuovo libro intitolato Harry Potter and the Cursed Child è in uscita il 31 luglio in lingua inglese, mentre la versione italiana, curata da Salani, uscirà il 24 settembre e si intotelerà Harry Potter e la Maledizione dell’Erede.

Il testo in realtà è un’opera basata sullo spettacolo teatrale omonimo scritto da JK Rowling, John Tiffany e Jack Thorne che debutta il 30 luglio a Londra.
A distanza di 20 anni dal primo libro ci siamo dunque chiesti: ha ancora senso Harry Potter per i lettori di oggi?

harry

Perchè Harry Potter è ancora rilevante:                

  1. I suoi libri sono ancora letti in tutto il mondo.; difatti si possono trovare ovunque dalle piccole librerie di quartiere nei luoghi più sperduti fino alle grandi catene. La domanda non è mai scesa tanto che la casa editrice ha recentemente pubblicato anche una versione illustrata di Harry Potter, per non parlare poi della moda dei libri da colorare.
  2. I personaggi sono ancora figure importanti per i bambini e ragazzi, sia Harry che Ermione, la cui forza e determinazione sono fonte di ispirazione per molte ragazze.
  3. JK Rowling è ancora una delle persone più influenti nel mondo del libro e non solo. I suoi tweet sull’attualità, come Brexit o Donald Trump, fanno notizia  in tutto il mondo. Ha trasformato il mondo del libro e ha fatto in modo che migliaia di bambini si mettessero in coda davanti alle librerie a mezzanotte.
  4. Oltre i libri della saga, impossibile non citare il successo di tutti i film di Harry Potter. E se non abbiamo tempo e modo di rileggere Harry Potter e l’Ordine della Fenice, di sicuro riguarderemmo il film molto volentieri.

 

Perchè Harry Potter non è più rilevante:

  1. La generazione dei lettori di Harry Potter è cresciuta. Può darsi che stanno pensando a mettere su famiglia, hanno finito gli studi o stanno già lavorando da qualche anno. Insomma hanno cose più serie a cui pensare e l’ottavo libro della saga non è più un priorità.
  2. All’inizio sembrava che le storie di Harry Potter andassero verso una direzione dark, da romanzo gotico. Ma in realtà si tratta di storie leggere paragonate a quello che hanno cominciato a leggere i ragazzi negli anni 2000, tipo Hunger Games, La ragazza di fuoco e Il canto della rivolta.
  3. JK Rowling è andata oltre Harry Potter. Ha scritto una commedia dark, Il seggio vacante, sulla politica inglese, un tema piuttosto insolito per i fan della saga. Si è poi spostata sul terreno del giallo quando ha scritto Il richiamo del cuculo con lo pseudonimo di Robert Galbraith.
  4. I ragazzi di oggi sono assorbiti dalla tecnologia e tra Facebook, Instagram e Pokemon Go potrebbero non avere più tempo per leggere Harry Potter.

Le avventure di Pinocchio, come nacque la prima edizione

collodi

Prima edizione illustrata (1883)

Alzi la mano chi non hai mai letto da piccolo la favola di Pinocchio?
Le avventure di Pinocchio. Storia di un burattino di  Carlo Collodi è ritenuto  a tutti gli effetti un capolavoro della letteratura per ragazzi, non solo italiana ma mondiale.
Il romanzo era uscito inizialmente  a puntate ne ”Il Giornale dei Bambini” diretto da Ferdinando Martini tra il 1881 e il 1883 e la prima apparizione di Pinocchio fu nell’usctita del 7 luglio 1881.

Collodi scrisse le prime 4 cartelle di quella che lui stesso definì una bambinata con il solo fine di pagarsi i debiti di gioco; la pubblicazione continuò con numerose interruzioni, a seconda delle condizioni economiche dell’autore, e si compì in 30 capitoli apparsi in 26 numeri del giornale, terminando il 25 Gennaio del 1883.
Immediatamente il Paggi, che felicemente intuì la possibilità di un fortunato lancio del romanzo diede alle stampe l’edizione originale in volume, che è assai più difficile a reperirsi rispetto al ”Giornale”: la sua assoluta rarità è dovuta all’estrema deperibilità di un libro dato in lettura ai bambini.

avventure

Prima edizione illustrata (1883) rilegato nel 2015 da Sandra Varisco in marocchino panna con intarsi figurati in pelle verde

 

Dunque la prima edizione del libro è datata 1883  e fu pubblicata dalla libreria editrice Felice Paggi con le illustrazioni di Enrico Mazzanti, 62 vignette ”che delineano compiutamente l’universo iconografico del burattino con fulminee suggestioni che faranno scuola e sapiente uso di rappresentazioni a silhouettes” (Pallottino).

Disegno originale per biglietto d'auguri, Walt Disney, 1940 circa

Disegno originale per biglietto d’auguri, Walt Disney, 1940 circa

 

La fama del romanzo nonché del protagonista Pinocchio crebbe negli anni grazie anche alla traduzione in lingua inglese nel 1892, preludio alla traduzione praticamente in tutte le lingue (si stima ad oggi in 240 lingue), numerose versioni a fumetti e i cartoni animati della Walt Disney.