Tra i numerosi articoli che fanno parte del mondo del collezionismo cartaceo, non possono mancare le figurine Liebig: la famosa serie di figurine pubblicate tra il 1872 e il 1975 in italia e in altri Paesi.

Il fenomeno delle figurine Liebig nasce in realtà in Francia a fine ‘800 con l’idea di promuovere un prodotto di un’azienda regalando una stampa promozionale in bianco e nero o in litografia a colori, arrivando a creare in pratica una prima forma di pubblicità. Fu proprio l’azienda tedesca Liebig che utilizzò le figurine per pubblicizzare il suo estratto di carne cominciando a diffondere questa "moda". Le serie di figurine pubblicate dalla Liebig sono in tutto 1871: dagli inizi fino ai primi anni del ‘900 si trattava figurine principalment promozionali, mentre in seguito si cominciarono a stampare figurine su temi di vario genere, dalla natura, alla storia, dagli animali alla geografia.

In Italia le figurine Liebig furono stampate in italiano a partire dal 1878 con l’edizione numero 65. Nonostante le prime emissioni sono le più ricercate per la loro rarità, non va dimenticato che anche tute le edizioni italiane del secondo Dopoguerra (1947-1975) hanno una notevole importanza. Difatti si tratta di 233 serie di figurine Liebig in edizione italiana unica, dunque tutti i collezionisti stranieri devono per forza recuperare le serie italiane per completare la loro raccolta. Negli anni il fenomeno ha interessato diverse generazioni di collezionisti e tutt’ora le figurine Liebig sono uno degli articoli da collezione più ricercati.

Le figurine Liebig su AbeBooks:

Collezionismo cartaceo

Cerca articoli da collezione su AbeBooks: