La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme

Valutazione media 4,2
( su 10.645 valutazioni fornite da Goodreads )
 
9788807816406: La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 

Otto Adolf Eichmann, figlio di Karl Adolf e di Maria Schefferling, catturato in un sobborgo di Buenos Aires la sera dell'11 maggio 1960, trasportato in Israele nove giorni dopo e tradotto dinanzi al Tribunale distrettuale di Gerusalemme l'11 aprile 1961, doveva rispondere di 15 imputazioni. Aveva commesso, in concorso con altri, crimini contro il popolo ebraico e numerosi crimini di guerra sotto il regime nazista. L'autrice assiste al dibattimento in aula e negli articoli scritti per il "New Yorker", sviscera i problemi morali, politici e giuridici che stanno dietro il caso Eichmann. Il Male che Eichmann incarna appare nella Arendt "banale", e perciò tanto più terribile, perché i suoi servitori sono grigi burocrati.

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

(nessuna copia disponibile)

Cerca:



Inserisci un desiderata

Se non trovi il libro che cerchi su AbeBooks possiamo cercarlo per te automaticamente ad ogni aggiornamento del nostro sito. Se il libro è ancora reperibile da qualche parte, lo troveremo!

Inserisci un desiderata

Altre edizioni note dello stesso titolo

9788807883224: La banalità del male

Edizione in evidenza

ISBN 10: 8807883228 ISBN 13: 9788807883224
Casa editrice: Feltrinelli, 2013
Brossura

9788807081118: La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme

Feltri..., 1998
Brossura

9788807102660: La banalità del male. Eichmann a Gerusalemme

Feltri..., 2000
Brossura