Artificia Siciliae. Arti decorative siciliane e collezionismo europeo nell'età degli Asburgo. Ediz. illustrata

 
9788857232478: Artificia Siciliae. Arti decorative siciliane e collezionismo europeo nell'età degli Asburgo. Ediz. illustrata
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

Foto dell'editore

1.

Editore: Skira (2016)
ISBN 10: 8857232476 ISBN 13: 9788857232478
Nuovo Rilegato Quantità: 3
Da
Webster.it
(Limena, PD, Italia)
Valutazione libreria

Descrizione libro Skira, 2016. Condizione: NEW. Codice articolo 9788857232478

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 54,45
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 14,99
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi
Immagini fornite dal venditore

2.

Editore: Skira (2016)
ISBN 10: 8857232476 ISBN 13: 9788857232478
Nuovo Rilegato Quantità: 1
Da
Libro Co. Italia Srl
(San Casciano Val di Pesa, FI, Italia)
Valutazione libreria

Descrizione libro Skira, 2016. Condizione: new. A cura di Di Natale M. C. Milano, 2016; ril., pp. 336, 250 ill. col., cm 24,5x28. (Design e Arti Applicate). Contrariamente all'opinione diffusa sino a qualche tempo fa di un'Isola segregata e ritagliata entro i suoi confini naturali al centro del Mediterraneo, sono state le carte a restituirci in tutta concretezza una Sicilia aperta, cosmopolita e multietnica, da sempre confine e baluardo al tempo stesso, ultimo fronte tra Cinque e Seicento della compagine imperiale asburgica, scalo e approdo irrinunciabile, tappa intermedia e d'obbligo tra Europa, Africa e Oriente. Alle molteplici ed eterogenee sfaccettature della committenza e del collezionismo isolani è dedicato questo volume. Un settore, quello delle arti decorative, per la Sicilia non solo fondamentale, ma portante a tutti gli effetti nel corso dei secoli e sotto gli aspetti più diversi: quello economico e della ricchezza prima di tutto, considerando il prudente tempismo con cui i ceti più abbienti, aristocrazia di potere, "offiziali", mercanti-banchieri sempre più ricchi, tesaurizzarono in gioielli e argenti, i giogalia onnipresenti degli inventari ereditari e dei capitoli matrimoniali, vero pilastro patrimoniale della famiglia in quanto fonte di immediato investimento in continua ascesa e non svalutabile; poi ancora quello dell'ostentazione, del mostrarsi, in una società (come quella barocca soprattutto) che al gioco delle apparenze affida un ruolo tutt'altro che secondario; e poi quello della pronta disponibilità di materiali in un'isola dalle "viscere ricche di miniere, di porfidi, diaspri e pietre stimatissime", come simbolicamente evidenziava il Mongitore nella sua Sicilia ricercata (1742). Codice articolo 3155283

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 52,25
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 21,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi