Luciano Borzone. Pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento

 
9788863734034: Luciano Borzone. Pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento
Vedi tutte le copie di questo ISBN:
 
 

Luciano Borzone torna protagonista con una interessante esposizione - "Luciano Borzone. Pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento" - ospitata a Palazzo Lomellino in Strada Nuova (Genova) dal 18 dicembre 2015 al 28 febbraio 2016. Il catalogo della mostra approfondisce le opere esposte, una ventina, e sottolinea il ruolo di Borzone nell'evoluzione della scuola pittorica genovese di epoca barocca.

Le informazioni nella sezione "Riassunto" possono far riferimento a edizioni diverse di questo titolo.

I migliori risultati di ricerca su AbeBooks

Foto dell'editore

1.

Editore: Sagep Editori 0, Italy
ISBN 10: 8863734038 ISBN 13: 9788863734034
Nuovo Quantità: 1
Da
The Book Depository EURO
(London, Regno Unito)
Valutazione libreria

Descrizione libro Sagep Editori 0, Italy. Book. Condizione: New. Language: Italian . Brand New Book. Codice articolo LIO9788863734034

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 24,08
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 3,37
Da: Regno Unito a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi
Foto dell'editore

2.

Editore: SAGEP (2016)
ISBN 10: 8863734038 ISBN 13: 9788863734034
Nuovo Brossura Quantità: 1
Da
Webster.it
(Limena, PD, Italia)
Valutazione libreria

Descrizione libro SAGEP, 2016. Condizione: NEW. Codice articolo 9788863734034

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 14,85
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 14,99
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi
Immagini fornite dal venditore

3.

Editore: Sagep Editori (2016)
ISBN 10: 8863734038 ISBN 13: 9788863734034
Nuovo Brossura Quantità: 1
Da
Libro Co. Italia Srl
(San Casciano Val di Pesa, FI, Italia)
Valutazione libreria

Descrizione libro Sagep Editori, 2016. Condizione: new. Genova, Palazzo Lomellino, 18 dicembre 2015 - 18 febbraio 2016. A cura di Anna Manzitti. Genova, 2016; br., pp. 80, 50 ill. col., cm 24x28. (Sagep arte). Per la prima volta saranno esposti 20 tra i dipinti più significativi dell'artista genovese, spesso trascurato dal grande pubblico ma di indiscutibile valore pittorico. La sua ampia ed erudita cultura fu motivo ispiratore di rare iconografie, non comunemente affrontate dalle arti visive. "Le opere di Luciano Borzone, caratterizzate da un sincero naturalismo, erano molto apprezzate nella Genova della prima metà del XVII secolo, come dimostrano le frequenti citazioni nelle fonti e negli antichi inventari. Questa prima esposizione monografica diventa così un'occasione fondamentale per poter ammirare i suoi dipinti, verificandone dal vivo il valore e la grande forza espressiva - racconta Anna Manzitti, curatrice della mostra". La mostra si snoderà lungo un percorso che partirà dall'evocazione del contesto locale e delle fonti figurative che agirono, fin da subito, sulla sensibilità del giovane artista, per proseguire poi nella presentazione di come operò Luciano Borzone sia sul versante sacro, sia su quello profano. Le opere, quasi tutte provenienti da collezioni private, diverranno viva testimonianza dell'umanizzazione del sacro con cui questo artista, profondo conoscitore dell'animo umano, ha dato prova di saper costruire le sue figure, e della sua fantasiosa vena profana, spesso non immediatamente decifrabile e per questo ancora più affascinante. L'inedito San Michele Arcangelo di Giulio Cesare Procaccini, accanto a un giovanile dipinto di Gioacchino Assereto - che frequentò in giovane età la bottega di Luciano Borzone - e a una magnifica tela di Giovanni Battista Paggi appena restaurata, sono tra le opere che accoglieranno il pubblico, introducendo il contesto entro cui l'ispirazione borzonesca prese corpo. Tra i dipinti di Borzone, di particolare interesse la magnifica Negazione di san Pietro di collezione privata, due diverse redazioni di Susanna e i Vecchioni, entrambe da collezioni private, e un potente Sansone nel Tempioanch'esso proveniente da una raccolta privata, oltre ad altre tele di grande fascino. Numerosi furono i committenti privati che apprezzarono il lavoro di Luciano Borzone. Grazie alla sua vivace personalità culturale e ai suoi numerosi interessi - è noto quanto amasse tirare di scherma, suonare la tiorba e comporre versi - , strinse forti relazioni con protagonisti di spicco del tempo - quali Gabriello Chiabrera, Giovan Battista Marino e Agostino Mascardi - e con committenti di assoluto primo piano, da Alberico Cybo Malaspina a Gio. Carlo Doria a Giacomo Lomellini. Per questo Luciano Borzone è autorevole testimone e attore della vita intellettuale della Genova di primo Seicento, nonché artista importante per lo sviluppo della scuola pittorica locale. Codice articolo 3116447

Informazioni sul venditore | Contattare il venditore

Compra nuovo
EUR 14,25
Convertire valuta

Aggiungere al carrello

Spese di spedizione: EUR 21,00
Da: Italia a: U.S.A.
Destinazione, tempi e costi